mercoledì, febbraio 17, 2010

Sono candidato alle regionali

Il 28 e 29 marzo si voterà per le elezioni regionali.

Io sono candidato a Milano e provincia per il Partito Democratico.

Sarà una campagna impegnativa, con molte occasioni di incontro per approfondire le ragioni di chi vuole una vera alternativa in Lombardia, a Milano e nel paese.

Inizio a proporti un momento di festa sabato 27, presso il Gheroartè di Corsico, per partire col sorriso sulle labbra ! Trovi tutte le informazioni nel volantino qui di fianco e nel mio sito.

Inoltre:
- Sul mio sito, www.ilbaruffi.it, troverai l'agenda con i diversi appuntamenti.
Crescerà nei prossimi giorni una sezione con i materiali scaricabili e con i punti di programma sulle diverse questioni.

- Dall'1 di marzo sarà in funzione anche un luogo di incontro per tutti quelli che sono interessati alla mia campagna. Un locale in Via de Castillia 20 (zona Isola, MM Gioia) dove si potrà discutere, prendere un aperitivo, organizzare le idee per una futura Lombardia con l'aria pulita, i treni che funzionano e l'accesso alla banda larga ovunque. Non solo questo ovviamente, ma a partire da questo.

- I prossimi tre mercoledì, 24 febbraio, 3 e 10 marzo si svolgeranno tre cene (http://www.ilbaruffi.it/sito/2010/02/16/23-febbraio-chi-non-mangia-in-compagnia/ ) per raccogliere sostegno e contributi per la campagna. Per info e prenotazioni: cene@ilbaruffi.it.

Etichette: , , ,

10 Comments:

At 12:28 PM, Anonymous Anonimo said...

Con dispiacere noto che le mie domande sull'inquinamento da riscaldamento eccessivo negli uffici,scuole ecc.restano ancora senza risposta e mi sa tanto che tali resteranno, anche se per la verità,(capisco gli impegni), ma una risposta la avrei gradita dalla persona a cui è "intestato" il blog...

 
At 12:47 PM, Blogger Maurizio Baruffi said...

scusa, quali domande ? forse me le sono perse io, rimandamele e ti risponderò entro domani. poi se magari mi dici anche chi sei lo faccio anche + volentieri, gli anonimati mi lasciano sempre perplesso

 
At 10:53 PM, Blogger Stefania said...

una curiosità: perchè ha deciso di candidarsi in Regione? Lei è già in consiglio comunale, pensa di riuscire a conciliare gli impegni anche in Regione?
grazie
Stefania

 
At 12:00 AM, Blogger Maurizio Baruffi said...

Sono stato eletto due volte in consiglio comunale, nel 2001 e nel 2006. Il mio mandato terminerà nel 2011 e non ho intenzione di presentarmi una terza volta. Credo che darsi delle regole sia importante. Non più di due volte consecutive nella stessa carica. Mi candido in Regione perchè credo di avere dimostrato in questi anni serietà, impegno e concretezza nella mia azione di opposizione a Milano e penso di poter rappresentare bene le questioni ambientali anche in Regione, da ecologista nel PD. Se sarò eletto consegnerò le mie dimissioni da consigliere comunale nelle mani del mio capogruppo.

 
At 10:04 PM, Anonymous Marco Siliprandi said...

poichè a livello regionale si decidono molte questioni riguardanti la tutela della fauna, Le chiedo di manifestare i suoi propositi in materia di caccia.
Grazie
Marco Siliprandi

 
At 12:27 AM, Blogger Maurizio Baruffi said...

sono totalmente contrario alla caccia. mi fa orrore la proposta di legge in discussione ora in parlamento e di queste cose discuteremo con gli amici della Lega Abolizione Caccia il prossimo 11 marzo, alle 19, in Via dè Castillia 20, alla mia sede elettorale. se vieni ci conosciamo di persona

 
At 1:05 PM, Anonymous Anonimo said...

Perfetto,grazie,mi chiamo Anna,e uso anonimo perchè aihmè!..non so cosa sia URL,(scusate l'ignoranza in materia..)le domande che mi faccio da anni sono queste: per quanto riguarda il problema inquinamento,non pensa che si dovrebbero controllare anche le temperature eccessive negli uffici,nelle banche dove gli impiegati stanno in maniche di camicia in inverno,al posto di indossare un bel maglione? Concretamente cosa si sta facendo per questo? Anche nella media di mio figlio,nonostante numerose segnalazioni alla Preside e lei a sua volta,pare, a chi di dovere,in classe addirittura l'anno scorso stavano con la finestra semi aperta,(che non è neanche il massimo per chi ci sta vicino),quest'anno hanno optato per aprirla ad ogni cambio dell'ora. So che il consiglio d'Istituto è anni che cerca di porre rimedio a questo problema,ma a quanto pare senza grossi risultati e la coordinatrice di classe mi conferma che fa sempre un bel calduccio. Ed è una cosa che proprio non riesco a capire!...

 
At 10:20 AM, Blogger Maurizio Baruffi said...

ciao anna, il riscaldamento nelle scuole (quasi tutte) viene governato a distanza da a2a con un sistema centtrale computerizzato. possono esserci dei difetti nel sistema per cui dovreste farmi sapere se la scuola ha segnalato in modo formale il problema al settore di riferimento in comune o direttamente ad a2a. se invece il riscaldamento fosse governato direttamente dalla scuola allora dovete rivolgervi a chi svolge questo servizio presso di voi.

x i controlli negli uffici esistono degli ispettori del comune che, su chiamata, vanno a fare le verifiche e se riscontrano anomalie multano chi gestisce l'impianto, altrimenti fanno pagare il costo dell'uscita a chi ha fatto la segnalazione. ora incollo una risposta che ho già dato a un altro post e che contiene, spero, tutti gli elementi in proposito.

 
At 10:37 AM, Blogger Maurizio Baruffi said...

sui riscaldamenti sono intervenuto + volte in questi anni. qui non riesco ad allegare alcuni pdf di rassegna stampa del 2006, 2008 e 2009 che lo testimoniano. la legge nazionale prevede che :ACCENSIONE E REGOLAMENTO RISCALDAMENTI Periodo dal 15 ottobre al 15 aprile
Temperatura massima consentita: 20 gradi
Numero di ore di accensione: 14 ore, distribuite tra le 5 del mattino e le 23.

sul sito del comune di milano poi si trovano tutte le informazioni per richiedere l'intervento dei tecnici per la verifica delle temperature qualora si presuma che la legge sia stata violata. il costo dell'accertamento è a carico di chi effettua la chiamata se il risultato dell'accertamento è negativo:
Controllo della temperatura ambiente
In attuazione della Delibera di Giunta Comunale n. 140 del 26/01/2007 il cittadino può richiedere un controllo del rispetto dei valori massimi della temperatura ambiente interna alla propria abitazione.
Il controllo viene effettuato, con le seguenti modalità:

la rilevazione dei valori di temperatura è effettuata da un tecnico qualificato con strumentazione e modalità previste dalla normativa vigente in materia;
la verifica è effettuata previa richiesta scritta formulata, servendosi di un modulo predisposto dall’Amministrazione;
il costo di una verifica a richiesta è posto a carico del soggetto richiedente ed ammonta a 54,00 €;
qualora l’ispezione accerti l’effettivo superamento dei valori massimi consentiti in violazione della norma (art. 4 del DPR 412/93 e successive modificazioni) il soggetto richiedente sarà esonerato dal pagamento dell’onere di controllo.
Per richiedere il controllo delle temperature si prega di inoltrare la richiesta via fax al numero: 02 88454426.

 
At 1:11 PM, Anonymous Anonimo said...

necessita di verificare:)

 

Posta un commento

<< Home