mercoledì, marzo 18, 2009

10mila euro per le faccine

Ma vi pare sensato spendere circa 10mila euro per poter votare con una faccina sorridente o incazzata il vostro impiegato pubblico preferito ? Io credo che Brunetta abbia perso il lume della ragione. Preferirei uno sportello informazioni in più all'ingresso di un ufficio pubblico che un totem da 10mila euro circa (7-8mila il totem, 1500 euro lo schermo, poi l'energia per farlo funzionare, i lavori di installazione, qualcuno che vada a fare una valutazione delle faccine etc etc etc).

11 Comments:

At 3:04 PM, Anonymous Anonimo said...

da quando qualcuno ha spiegato loro la storiella del cane di pavlov, brunetta e i suoi consulenti evidentemente non vedevano l'ora di sperimentarla...

 
At 3:04 PM, Anonymous Anonimo said...

da quando qualcuno ha spiegato loro la storiella del cane di pavlov, brunetta e i suoi consulenti evidentemente non vedevano l'ora di sperimentarla...

 
At 3:10 PM, Anonymous Anonimo said...

mi pare che stiamo davvero rasentando la follia e lo spreco! E meno male che siamo in clima di crisi nera altrimenti chissà quale altra assurda spesa avrebbe tirato fuori dal cilindro!

 
At 3:18 PM, Blogger cristina muccioli said...

Un totem iconografico, che nutre il tabù del linguaggio. Due faccine burlone entrambe -poi-, per sostituire la possibilità di dialogare, di esprimersi, con un'estensione lessicale non necessariamente da retore ed esperto in politologia avanzata.
Alla faccina della crisi.. 10.000 euro per due emotikon, i neo ideogrammi di un tempo contratto, senza pensiero e senza incontro. Realmente agghiacciante, per essere virtuale.

 
At 3:21 PM, Anonymous GMG said...

Brunetta, come tutti i berluscones, affronta i problemi dalla coda anzichè dalla testa. Lo fa perchè ne trae un vantaggio (per lui)doppio: da un lato dimostra di voler affrontare problemi che la sinistra neppure si sogna di capire, dall'altro accontenta cittadini sprovveduti che dei problemi vedono la coda e non la testa.Il risultato è comunque che ogni problema non solo nonviene risolto, ma viene scaricato sul cittadino, che si illude invece di essere chiamato a "partecipare" mettendo in croce l'ultimo della catena. Infatti, l'impiegato che teme di vedersi giudicato con il faccino mesto cercherà forse di lavorare meglio, ma non potrà certo cambiare le direttive e la pessima organizzazione del lavoro gestite dai capi (e magari dallo stesso ministro).

 
At 4:25 PM, Anonymous barbara said...

Spero solo che la notizia non sia vera o malamente interpretata, altrimenti davvero siamo in una situazione tragicamente assurda: è possibile che solo i poveri cittadini capiscano l'idiozia di certe trovate? Non c'è nessuno vicino a Brunetta ( o anche ad altri!!!) che faccia notare come lo sperpero indiscriminato del denaro pubblico sia una ingiuria per tutti quelli che 10.000 euro li vedono in un anno di lavoro?

 
At 2:02 AM, Blogger Rita said...

Esprimerei volentieri il mio voto unicamente per il ministro (ROTFL :-D) brunetta:
8===>

 
At 2:03 PM, Anonymous Anonimo said...

Caro GMG Il nano Brunetto non affronta i problemi dalla coda,ma li pensa con il culo;ma ovviamente avrà qualche amico che ha qualche azienda nell'eletronica,e che tratta programmi di comunicazione con emoticon,visto che ha intenzione di installare Totem per il televoto in tutti gli uffici publici Italiani;questa gente é malata di CAPA!!interniamoli prima che accada l'irreparabile

 
At 7:03 PM, Anonymous Anonimo said...

Con tante cose utile per i cittadini si sperpera denaro per cose inutili. Milano era la città del fare, delle cose concrete, ora conta l'effimero! il giudizio individuale.

 
At 9:33 AM, Anonymous Anonimo said...

se lo facessero anche alla Camera?
Massimo

 
At 10:20 AM, Blogger Maurizio Baruffi said...

sul corriere della sera di oggi, 22 ottobre, un articolo segnala come le faccine agli sportelli milanesi siano state un flop. solo il 10% degli utenti le ha utilizzate. chi volesse copia dell'articolo me lo segnali

 

Posta un commento

<< Home