domenica, settembre 03, 2006

ticket sì, ticket no, ticket se...

Durante l'estate si sono spese molte parole sulla opportunità di introdurre il ticket d'ingresso per circolare a Milano. Ad oggi ancora non sappiamo con precisione come il Sindaco vorrebbe applicare questo provvedimento. A mio parere è necessario, per ridurre il traffico e l'inquinamento a Milano, iniziare con una sperimentazione che riguardi l'accesso all'area delle Mura Spagnole. Ma dovrebbero pagare tutti, milanesi residenti e non residenti, quelli che vogliono usare l'auto nell'area centrale della città. Però, nello stesso tempo, bisogna investire il ricavato per potenziare i mezzi pubblici e rinunciare alla costruzione di nuovi parcheggi sotterranei nel centro della città e ai progetti per la realizzazione di nuove autostrade urbane come la Gronda Nord o il tunnel sotto la Cerchia dei Bastioni o quello previsto dalle autostrade dei Laghi verso Viale Zara. Per approfondire www.ilbaruffi.it/new/articolo.php?id=1044 e poi mandami il tuo punto di vista sulla questione.
 

15 Comments:

At 10:03 AM, Blogger alberto said...

Sono pienamente d'accordo sia concettualmente che vedendo i benefici che questo tipo di provvedimento ha dato a Londra!
E' ora di inculcare alla gente il principio che usare un'auto nei centri cittadini è un idiozia.
Si deve rendere certamente più funzionale ilmezzo pubblico, la bici e le proprie potenzialità di movimento 'autonomo' alias le ns.gambe ;-)
Prima cosa per esempio è ampliare glia orari della metro. Non è possibile che per prendere un treno alla Centrale alle 6.30 debba prendere un taxi da zona Magenta! Basterebbe molto poco perchè si vivesse meglio.
Altro OBBLIGO imperativo è un VERO controllo dei fumi. Ci sono autobus IVECO (es.vedi linea 58 che passa in via San Vittore) che spargono nuvole nere in cielo ad ogni accelerata....se la mia auot facesse così e venissi controllato con Opacimetro me la requisirebbero! Stessa cosa per vecchissimi camion ultra decennali. E' fisicamente impossibile che un motore con oltre 100milaKm. possa continuare a funzionare bene.
Altra cosa a livello NAZIONALE è aprire il mercato ai BioCarburanti! In Francia da pochi giorni si sta liberalizzando questo carburante....Maurizio a livello comunitario che si sta facendo a tal proposito?

 
At 10:06 AM, Blogger Chinablu said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
At 10:06 AM, Anonymous domenico said...

molto importante:
non reputo sensato un provvedimento, anche a titolo sperimentale, che sia limitato alla parte centrale della citta': chi vive in periferia non e' figlio di un dio minore

meno importante:
1. concordo con il fatto che il ticket non deve assumere le fattezze di stimolo al rinnovo del parco auto (ovvero esenzione ticket per tutti i veicoli euro4)

2. vedo anche qualche problema per i non pochi veicoli a propulsione doppia (metano + benzina, gpl + benzina)

3. il vero problema per il particolato sono i veicoli a gasolio, anche con il fap... perche' non esentare i veicoli a benzina? in subordine (concessioni alla politica) quelli a benzina + quelli a gasolio con il fap

 
At 10:11 AM, Blogger Chinablu said...

Secondo me il ticket va applicato a tutti, perché TUTTE le auto inquinano; senza contare che per fabbricare UNA SOLA Euro-4 se ne vanno 200 tonnellate di acqua, 20 di petrolio (per la minutaglia plastica), e poi ci sono i collanti, i solventi, il piombo... Se il consumatore inquinatore felice della sua 48-rate-a-tasso-zero andasse a piedi, farebbe un regalo innanzitutto a se stesso: 300 euro di abbonamento annuale all'ATM contro i non meno di 2.800 euro/anno per mantenere la ferraglia 16 valvolve. Inoltre, se uno abita in città o in prossimità della città, deve potersi muovere coi mezzi. Altrimenti che abita in città a fare?

 
At 11:27 AM, Anonymous domenico said...

alcuni anni fa chiesi ad un vigile perche' non facessero controlli con l'opacimetro, invece che romprere le scatole con la velocita'; mi rispose che il comune possedeva solo 2 opacimetri, entrambi in riparazione (allora) da 5 o 6 anni.
ad occhio non e' cambiato nulla, ne' nella attitudine alla multa (soste e velocita', l'inquinamento non conta), ne' nell'attrezzaggio contro l'inquinamento...
devo invece notare che gli autobus mi paiono meno peggio ed in ogni caso poca roba, rispetto ai furgoncini.

 
At 11:32 AM, Anonymous domenico said...

sul ticket per tutti:
non mi pare irrilevante che una macchina a gasolio inquini 100 o 150 volte di piu' di una a benzina, in termini di particolato.
a me pare ovvio che il problema di gran lunga maggiore >>oggi<< sia il particolato, senza nulla togliere al fatto che le auto a benzina inquinano in modo diverso, che per costruirle si sprechi un'enormita', etc. etc.
altrettanto ovvio che ognuno abbia la sua personale sensibilita'...

 
At 11:51 AM, Blogger la trave nell'occhio said...

Sarebbe forse una cosa più fattibile incominciare ad estendere a tutto il territorio comunale le strisce blu e gialle, facciamo pagare il parcheggio a tutti quelli che entrano magari con una formula in cui è incluso un biglietto per i mezzzi pubblici giornaliero.
Milano non è Londra, non ha un servizio pubblico capillare come la capitale londinese, per arrivare a quei livelli bisogna cominciare a fare una vera e serie programmazione di sviluppo delle linee di superficie e sotterranee.
Sui tunnel sotterranei sarei più cauto perchè potrebbero levare molto traffico in superficie e potrebbe riqualificare il territorio rendendolo pedonale e ciclabile.
nel bene e nel male la macchina è un elemento presente nella vita di tutti perchè non lanciare invece una seria proposta di incentivo alla trasformazione delle alimentazione con le energie alternative disponibili( Metano, Gpl)?
E' bello dire che tutti potrebbero andare a piedi o in bici peccato che in città le piste ciclabili esistenti sono poche e maltenute mentre di pedoni e ciclisti arrotati da macchine e camion sono piene le cronache locali.
Incominciamo dall'esistente please..

 
At 12:59 PM, Anonymous Anonimo said...

chi vive a milano ha gia' una vita molto piu' costosa, figuriamoci dover pagare anche per andare in giro in auto/moto!

demenziale

l'inquinamento (degli ultimi anni) e' causato dai motori a gasolio (trazione e riscaldamento), vedere dati ARPA

il traffico e' causato dalla mancanza di mezzi pubblici idonei (capillari ed estesi nell'arco della giornata)

quindi prima di far pagare ai cittadini le mancanze della gestione pubblica i nostri cari politici dovrebbero fare i conti con la propria coscienza...

andrea trentini
www.motocivismo.it

 
At 10:48 AM, Anonymous simona said...

Sono d'accordo sul ticket d'entrata, oer tutti senza esclusioni per euro 4 etc. Per i residenti personalmente credo che un abbonamento "imposto" all'ATM, con un pagamento obbligato tipo ICI, potrebbe convincere molti ad usare i mezzi anzichè la macchina. Le risorse, ingenti perchè gravanti su tutti i residenti, potrebbero in parte stornate dall'ATM ed essere destinate a migliorare il traffico. Mi rendo conto che la proposta ha un sapore vessatorio, ma tutelerebbe tutti e quindi sarebbe corretto che tutti partecipassero.
Simona

 
At 10:00 AM, Anonymous Anonimo said...

Sono d'accordo con l'applicazione della congestion charge di cui ho verificato anche personalmente a Londra l'esito positivo. Non concordo però nella sua limitazione al centro storico, zona scarsamente abitata rispetto al resto della città e in cui l'applicazione della regolamentazione della sosta ha già portato ottimi risultati (anzi, io vedo positivamente l'estensione di questo provvedimento alle zone dove non è stato attuato). Penso anzi che la congestion charge vada estesa fino ai parcheggi di interscambio all'ingresso in città. O che almeno venga applicata in modo scalare per le varie cerchia.A Melbourne funziona addirittura per cerchi e per spicchi di città. Il tutto, ovviamente,va fatto contestualmente a una serie di provvedimenti di potenziamento ed incentivazione all'utilizzo del trasporto pubblico e del trasporto privato non inquinante, piste ciclabili in primis, ma anche auto di piccola cilindrata a energia pulita e car-sharing.
Per i residenti, più che al pagamento della congestion charge, sarei favorevole a una sorta di "abbonamento all'uso della città", per esempio tariffe integrate trasporti pubblici e servizi vari, oppure un tesserino annuale obbligatorio che dia diritto a tariffe scontate sui mezzi o che sia una specie di bonus per un tot di percorrenze gratuite.Non sarei neppure contraria pregiudizialmente a far pagare un prezzo equo per avere diritto al posto auto sulla strada.Ma tutti i soldi incassati attraverso questi sistemi dovrebbero rimanere al settore mobilità e ambiente ed essere usati per i miglioramenti necessari, che sono davvero molti.

Patrizia B.B.

 
At 1:19 AM, Anonymous Cecilia said...

Il traffico, soprattutto in periferia (Affori) ci sta distruggendo: la mattina entrano in città tutti i tipi di veicoli, dai camioncini diesel di almeno vent'anni ai Tir agli autoarticolati di dimensioni gigantesche.
Far pagare il ticket solo alle auto mi sembra un'idiozia.
Basterebbe una politica attenta nel proporre, severa nel non lasciare trasgressori, impegnata non in belle parole ma su fatti concreti.
Ad esempio: le soste vietate siano veramente vietate ed i vigili facciano la loro parte con saggezza
Non si possono permettere soste in un viale (Pellegrino Rossi ,tanto per fare un esempoi) in cui ci sono lavori per la Metropolitana, tre autobus che transitano assieme a tutti i veicoli di cui sopra.
Ticket sì, ticket no, ticket se....
sono solo parole: io speravo in un apporto MOLTO più incisivo, quando ho votato per i Verdi, proprio sul traffico cittadino.
Meglio che niente però! Allora ticket sì, ma a Tutti i veicoli che entrano in Milano!
Sarà mai possibile?
Venga, Assessore, una mattina verso le 7,30 e la sera v
dalle 17 in poi a farsi una scorta di ARIA SALUBREMENTE INQUINATA DA TUTTI GLI SCARICHI DI VEICOLI IN FILA!!!!!! Per ORE e TUTTI i giorni
Cecilia

 
At 12:16 PM, Blogger Sergio said...

Sono sempre favorevole a qualsiasi provvedimento finalizzato alla riduzione del traffico automobilistico.
Ma,oltre al ticket, sarebbe molto utile chiudere al traffico motorizzato altre vie di penetrazione (penso a quelle che costeggiano i navigli urbani o alcune viuzze del centro storico dove è assurdo che circolino auto).In questo modo si offrirebbe un ulteriore incentivo all'uso della bicicletta che in una città piatta come Milano costituisce il miglior mezzo di locomozione

 
At 3:20 PM, Anonymous gianni said...

- potenziamento dei mezzi pubblici;
- Sì al ticket d'ingresso per i non residenti, da pagare a mezzo Telepass;
- divieto di circolazione ASSOLUTO da sùbito per tutti i veicoli con targa nera e comunque che contenga la sigla della provincia anche se sfondo bianco;
- eliminare gli ostacoli alla fluidità del traffico e che riducono la sede stradale (per esempio: l'inutile allargamento dei marciapiedi e degli angoli delle strade, i "denti", i panettoni, i "musoni"...),
- chiudere il riscaldamento ai condomìni che usano carburante unquinante;
- Vigili e aiutanti della sosta inflessibili con le soste in doppia e tripla fila;
- fare un salto a Genova per vedere come il sindaco ha risolto le righe gialle e blu in maniera semplice ed efficace: tutte righe blu a pagamento: i residenti espongono fotocopia del libretto di circolazione e non pagano la sosta.

 
At 11:38 PM, Anonymous Anonimo said...

Buon giorno.
creatore, le vostre regole ma dove cercare corsi
http://formazione-lavoro-impiego.corsi-di-formazione.org formazione lavoro impiego

Sono rifinito..

 
At 4:10 AM, Anonymous Anonimo said...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

 

Posta un commento

<< Home